Home pageLa Storia della parrocchiaCatechesiNewsContatti

San Francesco d'Assisi

 

« La vita semplice di un piccolo grande uomo, innamorato di Gesù Cristo »

Gli assisani, prima ostili, iniziarono, gradualmente, a rispondere al suo giocondo saluto: « Il Signore ti dia pace »; poi, a gruppi sempre più numerosi, impararono, con devota emozione, ad ascoltare le sue prediche. Il messaggio evangelico di Francesco iniziò a far breccia nel cuore degli ascoltatori; ed alcuni di essi, decisero di seguire il suo esempio, e i suoi insegnamenti.

Bernardo di Quintavalle, Pietro Cattani ed Egidio furono i primi compagni che, venduto ogni loro avere e indossato l’umilissimo saio, si unirono al Pazzo di Dio. Per loro, tre particolari passi evangelici, costituiranno la pietra miliare della propria Vita: Se vuoi essere perfetto, va, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri, e avrai un tesoro nel cielo; poi, vieni e seguimi (Mt. 19,21); Non prendete nulla per il viaggio, né bastone, né bisaccia, né pane, né denaro, né due tuniche per ciascuno.

Se gli abitanti di una città non vi accolgono, nell’andarvene scuotete la polvere dai vostri piedi, in testimonianza contro di loro (Lc. 9,3-4); Se uno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua.

Poiché chi vuol, salvare la propria vita, la perderà, chi invece perderà la propria vita a causa mia, la troverà (Mt. 16,24-25). A Bernardo, a Pietro, ad Egidio, seguirono, in successione: Sabbatino, Morico, Giovanni della Cappella, Filippo Lungo, Giovanni da San Costanzo, Barbaro, Bernardo da Vigilante, Angelo Tancredi, Silvestro; e ancora: Leone, Rufino, Angelo da Rieti, Masseo, Illuminato, Ginepro, Leonardo, Elia, Pacifico, e tanti, tanti, tanti altri!

« continua »

 


Spritualità Francescana

La storia di San Francesco di Assisi

Sant'Elisabetta di Ungheria

Sito Ordine dei Frati Minori di Sicilia

 

 




Home     |     Dove Siamo      |     Privacy Policy     |     Login     |     Contatti

Parrocchia S.Maria della Guardia di Catania - Webmaster : Angelo Colina | Luigi Facciponti